Bitcoin
  € 8.190,17 (-1,28%)
Ethereum
  € 213,55 (-1,58%)
Tether
  € 0,89 (+0,80%)
XRP
  € 0,18 (+0,20%)
Bitcoin Cash
  € 210,78 (-1,83%)
Bitcoin SV
  € 163,27 (-1,82%)
Cardano
  € 0,11 (-6,50%)
Litecoin
  € 39,09 (-1,73%)
Binance Coin
  € 14,78 (-2,87%)
Crypto.com Coin
  € 0,13 (+0,02%)
~
Bitcoin
  € 8.190,17 (-1,28%)
Ethereum
  € 213,55 (-1,58%)
Tether
  € 0,89 (+0,80%)
XRP
  € 0,18 (+0,20%)
Bitcoin Cash
  € 210,78 (-1,83%)
Bitcoin SV
  € 163,27 (-1,82%)
Cardano
  € 0,11 (-6,50%)
Litecoin
  € 39,09 (-1,73%)
Binance Coin
  € 14,78 (-2,87%)
Crypto.com Coin
  € 0,13 (+0,02%)
Regolamento

Regolamento

Il Regolamento di Crypto Avvocato è generale e astratto, ossia riferibile a tutti i Collaboratori del network indipendentemente dalla macro categoria di appartenenza: Partner, Autori o Affiliati.

Pertanto, va letto unitamente:

alla Copyright & peer review policy, la quale regola sia la fruizione dei contenuti da parte degli Utenti sia il processo di redazione, revisione e pubblicazione di news, approfondimenti ed eventi;

all’Accordo di affiliazione, in cui sono indicati puntualmente diritti e doveri degli Affiliati in merito alla prestazione dei servizi agli Utenti.

La Privacy policy, invece, indica ad Utenti e Collaboratori la tipologia di dati trattati, i soggetti incaricati nonché ragioni e modalità del trattamento, ed infine come interromperlo ed eventualmente sporgere reclamo.

Le Guide, infine, illustrano come accedere ed utilizzare i nostri servizi nonché implementarne l’efficacia sui social media.

SOMMARIO

Art. 1 – Denominazione e canali di comunicazione

Art. 2 – Collaboratori

Art. 3 – Scopi

Art. 4 – Organi e funzioni

Art. 5 – I benefici di Crypto Avvocato

Art. 6 – Partecipazione al network

Art. 7 – Interruzione della collaborazione

Art. 8 – Richiami ufficiali ed espulsione dal network

Art. 9 – Legge applicabile – Risoluzione controversie – Foro competente

Art. 1 – Denominazione e canali di comunicazione

1.1 Crypto Avvocato è:

  • un network di esperti professionisti in campo giuridico, economico e tecnologico ed aziende innovative;
  • una rivista online, dotata di un Consiglio direttivo d’eccellenza.

1.2 Si sostanzia:

a. nel portale www.cryptoavvocato.it cui sono legati i domini www.cryptoavvocato.com, .eu e cryptolawyer.ltd;

c. nella email info@cryptoavvocato.it della Segreteria;

d. nei seguenti canali social:

e. Negli ulteriori strumenti tecnologici messi a disposizione degli Affiliati per interagire con gli Utenti e collaborare in team alla risoluzione dei casi multidisciplinari:

  • instant messaging;
  • cloud criptato;

Art. 2 – Collaboratori

In ragione del tipo di soggetto e del grado di partecipazione al network si distinguono:

2.1 Autori

Realizzano news, approfondimenti ed eventi.

2.1 Affiliati

Realizzano news, approfondimenti, eventi e ne effettuano la peer review in conformità alla Copyright & peer review policy.

Inoltre, assistono gli Utenti.

Sono:

  • professionisti altamente qualificati in campo giuridico, economico e/o tecnologico.
  • aziende e start up che offrono prodotti e servizi innovativi d’eccellenza.

2.3 Partner

Organizzazioni che condividono con Crypto Avvocato la mission di diffondere cultura digitale.

Art. 3 – Scopi

3.1 Interni, relativi agli Affiliati:

  • implementare l’offerta di beni e servizi sul territorio nazionale e all’estero;
  • favorire l’instaurazione di sinergie per ridurre i costi dell’assistenza reciproca ed implementarne al contempo l’efficacia.

3.2 Esterni, nei confronti degli Utenti in generale:

  • fornire una chiave di lettura della intricata realtà globale e le competenze per fronteggiarla attraverso news, approfondimenti ed eventi su crime, diritto, economia, tecnologia, tecnopolitica, finanziamenti, agevolazioni e bandi;
  • prestare assistenza sotto ogni profilo, così come indicato dettagliatamente nella sezione “Servizi“, e consentire l’agevole risoluzione di problematiche complesse, anche multidisciplinari.

Art. 4 – Organi e funzioni

I suddetti scopi sono perseguiti per mezzo di quattro organi:

4.1 Editore e CEO

a. È l’avv. Gianluca Bertolini, in qualità di:

  • fondatore del network;
  • amministratore dei canali social collegati di cui all’art. 1.3.

b. Dirige l’evoluzione di Crypto Avvocato e coordina le attività dei Collaboratori.

In particolare, tenuto conto altresì dell’ Accordo di affiliazione, i suoi compiti sono:

  1. valutare le richieste degli Utenti e colmarne eventuali lacune al fine di agevolarne la comprensione da parte degli Affiliati;
  2. individuare uno o più professionisti (riunendoli se del caso in team multidisciplinari) idonei a prestare assistenza, secondo criteri di competenza per materia, territorialità ed esperienza;
  3. predisporre la contrattualistica necessaria all’incarico;
  4. supervisionare e coordinare l’assistenza prestata;
  5. aggiornare costantemente l’Utente;
  6. implementare la diffusione mediatica del network, anche attraverso l’ausilio di esperti di web marketing;
  7. relazionare gli Affiliati su tutte le attività compiute e i traguardi economici e reputazionali raggiunti;
  8. nominare /revocare il Direttore responsabile della rivista e coadiuvarlo:
    • nella gestione dell’attività di informazione e formazione;
    • nella selezione dei membri del Consiglio direttivo (cfr. art. 4.3).

4.2 Direttore responsabile della rivista

a. È nominato dal CEO e, salvo revoca insindacabile dell’incarico o dimissioni, il suo mandato ha durata annuale e si rinnova automaticamente;

b. condivide con il CEO gli oneri di gestione, in particolare:

  • individua i membri del Consiglio Direttivo;
  • valuta la forma e la pertinenza delle opere, sia prima che vengano sottoposte a peer review, sia prima della pubblicazione, avendo il potere non solo di modificarle con il consenso dell’Autore ma altresì di negarne la divulgazione (cfr. Copyright & peer review policy).

4.3 Consiglio direttivo

a. I suoi componenti sono suddivisi per materie (diritto, economia e tecnologia) e specializzazione e sono selezionati da CEO e Direttore fra gli Affiliati che hanno manifestato disponibilità a coadiuvarli:

  • nell’individuare criticità e soluzioni per il miglioramento continuo;
  • nel valutare l’ingresso di nuovi Collaboratori e le sanzioni da applicare a coloro che non rispettano le Policy di Crypto Avvocato (cfr. art. 6);
  • nel selezionare gli approfondimenti più rilevanti per comporre le cc.dd. Collane;
  • eventualmente, nella moderazione dei canali social di Crypto Avvocato.

b. Ogni delibera è assunta a maggioranza semplice per mezzo di strumenti informatici (come sondaggi online) e comunicata al Candidato / Collaboratore via email. In caso di parità di voti, quello del CEO è dirimente (cfr. art. 8).

c. Si rinnova ordinariamente ogni anno fra il 15 e il 30 settembre ma in caso di dimissione, il CEO e il Direttore consultano gli Affiliati, al fine di individuare un nuovo componente.

Art. 5 – I benefici di Crypto Avvocato

5.1 Utenti

a. Ricevono assistenza da professionisti ed aziende selezionate esclusivamente in ragione dell’elevata qualità dei servizi e prodotti offerti, giacché, come esplicato nell’art. 6, la partecipazione al network è gratuita;

b. Sono indirizzati nella scelta dell’Affiliato o combinazione di essi più congeniale alle proprie esigenze, ottenendo agevolmente la soluzione a problematiche complesse, anche multidisciplinari.

5.2 Autori

a. Possono dare visibilità alla biografia e implementare il CV in modo ben più agevole e autorevole rispetto alla creazione di un proprio blog, ossia realizzando autonomamente, news, approfondimenti ed eventi, i quali vengono sottoposti a peer review, indicizzati ove necessario da professionisti competenti e pubblicati sui Canali social di un network in costante espansione;

b. In virtù di ciò, possono far valere le proprie opere presso gli ordini professionali e le università ai fini dei crediti professionali e scientifici.

c. Possono implementare ulteriormente la propria visibilità, per mezzo del servizio di web marketing curato da Easy Lab Srl, anche in condivisione, al fine di abbatterne i costi;

d. Non in ultimo, hanno diritto a gran parte degli utili generati dalle opere.

5.3 Affiliati:

Oltre a quanto previsto per gli Autori, hanno accesso ad una molteplicità di strumenti e servizi, connessi fra loro, per agevolare l’assistenza ai Clienti ed ampliarne la portata sul territorio nazionale e all’estero. In particolare:

a. usufruiscono di una segreteria comune e di una solida struttura verticistica che:

  • vigila sull’ingresso e l’operato di tutti i Collaboratori;
  • effettua l’esame preliminare di ogni richiesta di assistenza, al fine di inquadrarne le criticità ed assegnarne la risoluzione ad uno o più professionisti competenti per materia e foro.

b. Sotto il profilo gestionale, godono della semplificazione della normativa europea sulla privacy, degli strumenti di comunicazione e assistenza, dei contratti di conferimento degli incarichi, dei pagamenti e delle procedure KYC;

c. sono tutelati dagli attacchi informatici;

d. possono utilizzare calendari online, email personale con dominio @cryptoavvocato.it e logo, messaggistica istantanea con Collaboratori e Utenti, sistema di video call HD e cloud criptato per la condivisione di file in sicurezza;

e. usufruiscono di tool per semplificare preventivi, fatturazione ed altre procedure e possono altresì realizzarne di propri per guidare gli Utenti nella redazione di documenti e contratti personalizzati;

f. non in ultimo, hanno diritto a tariffe agevolate per l’assistenza reciproca.

5.4 Partner

A seconda delle caratteristiche dell’ente, possono ricevere assistenza a tariffe agevolate e godere di ulteriori specifici benefici.

Art. 6 – Partecipazione al network

6.1 Possono iscriversi:

a. tutte le persone fisiche con cittadinanza in uno dei paesi dell’Unione Europea, Svizzera UK, Norvegia, Albania, Russia, Israele, EAU, città del Vaticano, America Latina, Stati Uniti, Singapore e/o in tutti i Paesi la cui legislazione non sia in conflitto con quella italiana;

b. che abbiano compiuto diciotto anni e non siano soggetti ad alcuna procedura concorsuale, anche se tale da consentire la continuazione dell’esercizio della propria attività;

c. per le quali non sia stata pronunciata sentenza passata in giudicato con condanna per reati dolosi;

d. che non facciano parte di organizzazioni i cui scopi sono in conflitto con la legislazione italiana;

e. tutte le persone giuridiche o altri enti Pubblici e privati, anche privi di personalità giuridica con sede legale o secondaria in uno dei paesi dell’Unione Europea, Svizzera UK, Norvegia, Albania, Russia, Israele, EAU, città del Vaticano, America Latina, Stati Uniti, Singapore e/o in tutti i Paesi la cui legislazione non sia in conflitto con quella italiana;

f. che non siano soggetti ad alcuna procedura concorsuale, anche se tale da consentire la continuazione dell’esercizio della propria attività.

6.2 La partecipazione al network è gratuita, in quanto fondata esclusivamente sulla valutazione delle competenze del Collaboratore effettuata dal Consiglio Direttivo sulla base del suo CV.

6.3 Per partecipare al network è necessario seguire le indicazioni contenute nella sezione “Contattaci” del sito web in base al profilo scelto, Autore, Partner o Affiliato, e accettare integralmente le nostre Policy.

6.4 Durata

a. Il rapporto di collaborazione decorre dal momento in cui viene inoltrata al Collaboratore la “Guida di Crypto Avvocato”, contenente le indicazioni per l’accesso alla piattaforma e ai vari strumenti informatici;

b. ha una durata di 6 mesi;

c. si rinnova automaticamente in mancanza di diniego espresso di una delle Parti.

Art. 7 – Interruzione della collaborazione

7.1 Ciascuna Parte può decidere di interrompere la collaborazione professionale dandone comunicazione, datata e sottoscritta, all’altra Parte presso il rispettivo indirizzo email, con un preavviso di giorni 30.

7.2 In caso di cessazione del rapporto di collaborazione professionale, tutti gli incarichi relativi al network in essere al momento della comunicazione di cui al precedente comma devono essere portati a termine dal Collaboratore.

7.3 In caso di cessazione del rapporto di collaborazione professionale, il Collaboratore deve restituire al CEO tutti i beni e documenti eventualmente messi a disposizione e provvedere alla cancellazione di quelli informatici dai propri dispositivi.

7.4 La cessazione del rapporto di collaborazione determina il venir meno dei diritti e doveri reciproci delle Parti, fatti salvi quelli di riservatezza (di cui all’Accordo di collaborazione) e i diritti del CEO riguardo alle pubblicazioni redatte dal Collaboratore (Cfr. Copyright & peer review policy).

Art. 8 – Richiami ufficiali ed espulsione dal network

8.1 In caso di violazioni lievi del presente Regolamento e/o dell’Accordo di Collaborazione, il Collaboratore viene preliminarmente richiamato in via ufficiale.

8.2 Il terzo richiamo ufficiale per una violazione lieve o il compimento di una violazione grave, determina l’espulsione immediata del Collaboratore ossia senza il preavviso di cui al precedente art. 7.1.

8.3 La delibera circa la gravità di una violazione (e dunque la sanzione da comminare) è effettuata dal Consiglio direttivo in considerazione dell’impatto economico e/o reputazionale sul network e consegnata via email al Collaboratore.

8.4 Altri motivi di espulsione sono:

a. la scoperta, in seguito all’accoglimento di una richiesta di iscrizione, che al momento della relativa presentazione, il Collaboratore non possedeva taluno dei requisiti di cui all’art. 6.1;

b. la sopravvenuta incompatibilità con i requisiti di cui all’art. 6.1 del Regolamento. È dovere del Collaboratore comunicare qualsiasi variazione del proprio status che ne renda incompatibile la permanenza nel network.

8.5 L’espulsione dal network determina le conseguenze indicate nei precedenti artt. 7.2 e 7.3. Il CEO si riserva inoltre la possibilità di agire per il risarcimento del danno eventualmente arrecato dal Collaboratore.

Art. 9 – Legge applicabile – Risoluzione controversie – Foro competente

9.1 Per la risoluzione di ogni controversia concernente la validità, l’interpretazione, l’esecuzione e la risoluzione del Regolamento, della Copyright & peer review policy, della Privacy Policy e dell’Accordo di collaborazione, è applicata la Legge italiana.

9.2 In caso di controversie concernenti la validità, l’interpretazione, l’esecuzione e la risoluzione dei suddetti elementi, le Parti si impegnano si impegnano:

a. a cercare fra loro un equo e bonario componimento;

b. qualora la controversia dovesse persistere, a esperire un tentativo preliminare di mediazione secondo il Regolamento dell’Organismo di Mediazione della Camera di Commercio di Palermo.

9.3 Qualora la controversia non venga risolta bonariamente neanche attraverso la mediazione dell’ente di conciliazione scelto dalle Parti, e comunque entro 6 mesi dalla data di inizio della relativa procedura, la stessa è di competenza esclusiva del Foro di Palermo.

9.4 Per tutto quanto ivi non espressamente regolato, si rinvia alle disposizioni del Codice Civile e in particolare agli artt. 2229 e ss.

Si ricorda che il presente Regolamento va letto in combinato con la Copyright & peer review policy, l’Accordo di affiliazione e la Privacy policy.