CASO INNOVAMINE.IO – La truffa del cloud mining – Parte 1

19 Luglio 2019 -

Una società di cloud mining con migliaia di utenti e un capitale milionario: a fine luglio si è rivelata una truffa internazionale.

Innovamine era una società australiana di cloud mining con circa cinquemila utenti in tutto il mondo, che potevano comunicare con un’apposita chat Telegram.

Le attività di prelievo e deposito si sono svolte correttamente sino al 14 luglio, quando il sito (innovamine.io), la chat Telegram e i prelievi sono stati disattivati per 10 minuti.

Secondo quanto riferitoci dagli utenti stessi, la società ha prospettavo l’esistenza di una falla nel sistema e la necessità di effettuare un “aggiornamento”.

Senonché, il 15 luglio sul sito è apparsa la scritta HACKED e da allora non è più possibile accedervi e comunicare con la società.

5000 utenti da ogni parte del mondo, potrebbero aver perso i propri investimenti / risparmi.

Da allora stiamo esaminando la documentazione relativa alla società proprietaria di Innovamine e al presunto hacking.

Nel frattempo, sono giunte diverse segnalazioni, anche estere, ed è una cosa positiva per i singoli utenti poiché il successo di un’azione di stampo internazionale, come quella che si prospetta, dipende in gran parte dal numero di vittime e dalla capacità delle forze dell’ordine di coordinarsi.

Al fine di accelerare l’iter, stiamo già prendendo contatti con colleghi australiani.

Il numero di utenti coinvolti ha un impatto positivo anche sul costo che ognuno deve sostenere, poiché essendo le querele di tenore molto simile, sebbene con differenti importi e documentazione allegata, il lavoro di redazione viene agevolato.

Qualora si giungesse a processo, si ridurrebbero inoltre i costi di una eventuale costituzione di parte civile per ottenere il risarcimento del danno.

La querela è l’atto con cui una persona espone i fatti di cui è stata vittima, manifestando espressamente alle autorità la volontà che l’autore venga rintracciato e perseguito. Costituisce dunque l’input che mette in moto la macchina inquirente e ogni vittima deve sporgere la sua.

Pertanto, se sei una vittima di questa truffa del cloud mining e vuoi valutare la possibilità di procedere contro la società, invia a info@cryptoavvocato.it le seguenti informazioni:

– nome

– cognome

– data di nascita

– nazionalità

– indirizzo di residenza

– email ufficiale

Riguardo al crimine:

– email utilizzata per registrarsi su Innovamine

– quanto ha speso in criptovaluta e l’equivalente in € o $

– la città in cui si trovava quando ha pagato

– ID del wallet utilizzato per i pagamenti

– ID del wallet a cui è stato inviato il denaro

– l’header delle e-mail ricevute da Innovamine.

Puoi ottenerlo seguendo i passaggi in questo articolo:

https://www.blotek.it/come-si-legge-lheader-delle-email/

Copia l’intestazione in un file word e inoltralo, insieme ad ogni altro documenti utile alla comprensione del caso.

Ciò consentirà di esaminare la tua specifica situazione e indicarti dettagliatamente l’iter e i costi (che potranno essere accettati o meno).

Condividere con altre vittime questo articolo potrebbe agevolare la risoluzione del caso.

For foreign victims

Our team is working on the case and studying the best way to solve it.

If you are interested in it and for a better result you should send us, at info@cryptoavvocato.it, the following information:

– name

– surname

– date of birth

– nationality

– residential address

– official email

Crime Information:

– email used to register on Innovamine

– how much you spent in crypto and the equivalent in € or $

– the city you were when you paid

– Id of the wallet used for payments:

– Id of the wallet to which the money was sent

– the header of the e-mails received from Innovamine.

You can get it by following the steps in this article:

https://mxtoolbox.com/public/content/emailheaders/

Copy the header to a word file and send it to this email along with any other crime documents you have.

We will examine your situation and answer you as soon as possible.

Share this article with other victims to help solve the case.

ESEMPI DI TRUFFA

Nella sezione Crime, con la denominazione “Caso” sono presenti diversi esempi di truffa.

L’elenco verrà aggiornato con ogni nuovo caso e anche tu puoi contribuire, inviando a Crypto Avvocato screenshot, link o anche solo chiedendo un’opinione in merito a una proposta ricevuta.

Per comprendere cos’è il reato di truffa, si consiglia la lettura di apposito approfondimento.

COME DIFENDERSI

In questo articolo sono stati raccolti alcuni consigli utili.

COMMISSARIATO DI PUBBLICA SICUREZZA ONLINE

E’ possibile segnalare attività sospette e reati informatici anche online, mediante il sito web della polizia postale.

PERCHÉ AVVALERSI DI UN ESPERTO

Le Autorità non sono pienamente coscienti della portata di questi fenomeni perché nella maggior parte dei casi le vittime non sporgono querela.

I motivi sono principalmente i seguenti:

  1. sfiducia nei confronti delle istituzioni;
  2. mancanza di fondi o volontà per farsi assistere da professionisti nella ricostruzione dell’accaduto, nella redazione della querela e nell’effettuazione di indagini private a supporto dell’attività degli inquirenti italiani ed internazionali.

E’ bene precisare, infatti, che ex art. 336 c.p.p., la querela potrebbe anche essere sporta oralmente, entro 90 gg. dal reato, presso il commissariato di polizia più vicino ma

è un atto che richiede precise formalità e ricostruire una vicenda così complessa oralmente e in mancanza di una puntuale documentazione, potrebbe non solo risultare estenuante per tutti i soggetti coinvolti ma altresì inutile.

Ciò potrebbe determinare talvolta gli ufficiali stessi a dissuadere le vittime dal sporgere querela.

L’assistenza di un professionista è consigliata altresì per l’accesso che egli può garantire al Portale Telematico del Ministero della Giustizia, per il deposito e l’interazione semplificata con le Autorità.

Se necessiti di assistenza o vuoi far parte del network

Contattaci

Lascia un commento